Resta in contatto

News

Stasera con i “grandi” anche i fuoriquota della Primavera Colpani e Delprato

Nei convocati di Gasperini anche i due centrocampisti solitamente con Brambilla

Ci saranno anche Andrea Colpani e Enrico Delprato stasera al San Paolo di Napoli, che andranno così a rimpolpare la rosa della prima squadra nerazzurra in occasione del match di Pasquetta.

Entrambi centrocampisti e classe 1999, ricoprono un ruolo di primo livello negli equilibri della Primavera di Brambilla, che sabato ha letteralmente schiantato il Chievo sul proprio campo con il punteggio di 2-6. Per loro non si tratta della prima chiamata alle armi con i grandi, visto che Gasperini aveva già avuto modo di portarli in panchina in qualche circostanza nel corso degli ultimi mesi. Per chi non li conoscesse proviamo- in breve- a descrivere il profilo dei due giovani nelle prossime righe.

Il primo è un mancino dotato di grande qualità, solitamente agente sul centro-sinistra di una mediana a tre. Dotato anche di una buona capacità di andare in rete, ha anche svolto le mansioni di rigorista della Primavera nel corso di questa stagione. Sembra invece migliorabile in alcuni aspetti relativi alla fase di non possesso, soprattutto nella gestione del proprio posizionamento in caso di ripartenze della formazione avversaria. E’ bresciano di San Zeno Naviglio, piccolo paesino situato non lontano dalla Leonessa d’Italia. In famiglia ha respirato calcio sin da piccolo, essendo il fratello della madre (Paolo Bravo) un ex calciatore dal buon passato in Serie B.

Addirittura figlio di un calciatore è invece Enrico Delprato, il cui padre è Ivan, indimenticabile ex capitano dell’Albinoleffe dei Miracoli che arrivò a sfiorare la Serie A nella stagione 2007-08. Ancora oggi lavora nel mondo del calcio, nelle vesti di allenatore (la Pergolettese in Serie D l’ultima compagine avuta sotto la propria gestione). Enrico è centrocampista- cambiamento arrivato nell’ultimo anno, con la fascia della Primavera al braccio prima agiva da terzino- come il padre, che si contraddistingue per grande intelligenza calcistica e capacità di mostrarsi lineare in ambo le fasi per 90′. Muscolarmente è, come Colpani, ancora un po’ gracilino: il confronto con i grandi renderà necessario un “riempimento della struttra muscolare.

Domani proveranno un’emozione particolare entrando in uno degli stadi più affascinanti d’Italia, ma non è finita qui. A maggio potrebbero dover rispondere alla chiamata del ct dell’Under20 per il Mondiale di categoria.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a BERGAMO su Sì!Happy

Altro da News