Resta in contatto

News

Djimsiti e gambe pesanti: gli indiziati del passo falso

Djimsiti

Il centrale albanese non sta convincendo del tutto, ma contro il Chievo sono emersi problemi di rapidità soprattutto nel vivo della manovra e sulle corsie

Le gambe pesanti e un Berat Djimsiti senza punti di riferimento. Sono i maggiori indiziati, secondo l’analisi de L’Eco di Bergamo, del mezzo passo falso di domenica scorsa dell’Atalanta col Chievo. Il perno albanese, a differenza di Mattia Caldara, così come José Palomino è un centrale di marcatura e non d’impostazione: se lasciato libero di giocare perché gli attaccanti altrui puntano i laterali, come accaduto l’altro ieri, alla lunga va in difficoltà.

BERAT E LA BESTIA. Detto, fatto: palla lunga di Depaoli e Meggiorini, spostandosi su di lui, gli ha preso il tempo sul vantaggio ospite. Non è tutta colpa sua, insomma, se gli avversari lo hanno lasciato senza uomo da marcare. Quando questi esiste, vedi Mauro Icardi nel roboante 4-1 novembrino all’Inter, tra l’altro col tris firmato proprio dal giocatore sotto la lente d’ingrandimento, il rendimento è ottimo. Una differenza sostanziale nelle caratteristiche del reparto, rispetto al recente passato, di cui Gian Piero Gasperini deve tenere conto.

I CARICHI PRE SOSTA. Nel contesto di una preparazione che non prevede più due grossi carichi in estate e nella pausa invernale, il quotidiano cittadino mette in rilievo come ormai con la computerizzazione e il monitoraggio individuale il lavoro sul campo in settimana punti piuttosto a tenere il più a lungo possibile in buone condizioni di forma i componenti la rosa. In tale scenario, è verosimile che con mezza squadra impegnata nelle Nazionali durante la sosta, quindi impossibilitata ad allenarsi come nella norma tra spostamenti e partite, il Gasp abbia appesantito gli allenamenti prima di affrontare i veneti.

 

2 Commenti

2 Comments

  1. Commento da Facebook

    marzo 21, 2019 a 11:35

    io mi chiedo come certi giocatori possano essere presentati in serie A

  2. Commento da Facebook

    marzo 19, 2019 a 19:48

    Dimisiti improponibile a certi livelli, per di più in una squadra che lascia sempre l uno contro uno. Il suo attaccante segna sempre o comunque va vicino al gol. Ci è costato minimo 3-4 punti. Col Cagliari in casa fallo inutile da cui nasce il gol da tre punti. Con la Juve autogol da maidire gol…con la fiorentina scherzato da muriel.. piatek idem..sul gol del Chievo sbaglia due volte..Grande mistero Gasp che lo preferisce a Palomino. Se continua a giocare in Europa non andiamo di certo..quest anno il settimo posto è questione di dettagli…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a BERGAMO su Sì!Happy

Altro da News