Resta in contatto

Approfondimenti

Quagliarella e l’Atalanta: è la sua terza vittima preferita in Serie A

Quagliarella

Fabio Quagliarella, centravanti della Sampdoria e capocannoniere della Serie A, ha segnato dieci volte in carriera contro l’Atalanta

Quagliarella, lo si dice spesso, è come il vino. Più invecchia, più fa gol. Sembra quasi una legge matematica. Capocannoniere della Serie A con diciannove reti segnate, come Cristiano Ronaldo. Uno in più di Piatek, tre in più rispetto a Duvan Zapata. Numeri da capogiro che fanno sognare la Sampdoria, anche in vista della sfida di domenica contro l’Atalanta.

Perché ai nerazzurri l’ex attaccante di JuventusNapoli ha sempre fatto male. Anzi, malissimo. Dieci gol segnati in ventidue partite giocate contro i bergamaschi: solo con Fiorentina Chievo ha messo a segno più reti, rendendo la squadra di Gasperini la sua terza vittima preferita in carriera.

La prima volta nella lontana stagione 2006-2007: doppietta lampo nei primi undici minuti di partita, poi la rimonta nerazzurra firmata da Doni (doppietta) e Zampagna. Poi tre volte a segno contro l’Atalanta con la maglia dell’Udinese, tre volte con quella del Napoli e una con quella granata del Torino.

L’ultimo gol risale alla stagione 2016-2017, la prima di Gian Piero Gasperini sulla panchina nerazzurra. Vittoria casalinga (2-1) in favore dei blucerchiati, alla seconda giornata di campionato. Sono passati due anni e sei mesi, i tifosi bergamaschi sperano che Quagliarella non torni a colpire.

 

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a BERGAMO su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti