Resta in contatto

Esclusive

ESCLUSIVA – Natali: “Torino solido, ma l’Atalanta ha valori tecnici superiori”

Il doppio ex della sfida di sabato: “I nerazzurri mi entusiasmano sotto il profilo del gioco e possono arrivare quinti. Ilicic è stratosferico e che bravo Gasperini”

Torino-Atalanta non può essere una partita come tutte le altre per Cesare Natali che in nerazzurro prima e in granata poi ha vissuto alcuni dei momenti più esaltanti della sua carriera. Noi l’abbiamo intervistato in esclusiva per analizzare meglio la sfida in programma sabato.

Natali, come vede il momento dell’Atalanta?
“Al di là della sconfitta con il Milan, molto bene. Le dirò di più, è l’unica squadra che mi entusiasma. Contro i rossoneri è incappata in una serata storta, ma il livello della squadra non si discute e penso che possa riprendere il percorso verso l’Europa League”.

Quindi per la Champions è fuori?
“Dico che forse è troppo parlare di Champions perché ho visto bene il Milan come singoli e come idea di gioco. Atalanta e Fiorentina possono contendere il quinto posto alla Lazio. Torino e Sampdoria hanno qualcosa in meno”.

A proposito di Torino: segue ancora i granata?
“Sì. Sono in un momento positivo, la squadra è solida ma non ha certamente la qualità di palleggio dell’Atalanta. Un attacco composto da Gomez, Ilicic e Zapata possono vantarlo in pochi. Ma non è l’unico punto di forza dell’Atalanta”.

Prego, ci dica…
“A Bergamo c’è una società forte e un allenatore, Gasperini, molto bravo a far dimenticare ai suoi le sconfitte. In Italia si specula sempre sul risultato, lui invece mette in campo idee, gioco e un progetto tecnico preciso. Costruisce le azioni dal portiere e ha dato alla squadra una mentalità europea. Certo, giocare così spesso sui duelli individuali è rischioso ma anche molto spettacolare”.

Chi sarà decisivo nella gara di sabato?
“L’Atalanta ha risolto le partite con tanti giocatori. Zapata ovviamente, ma anche i difensori, Gomez e Ilicic che è un giocatore stratosferico. Io penso che sarà una gara aperta perché il Toro concede poco e riparte bene con Belotti che sta bene anche se forse soffre un po’ il fatto di non segnare con regolarità”.

Un’ultima cosa: cosa c’è nel futuro di Natali?
“Ho lasciato Udine da una settimana e ricomincerò a vedere un po’ di giocatori in giro. Poi valuterò: se ci sarà modo di lavorare ancora in Italia bene oppure andrò all’estero”.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a BERGAMO su Sì!Happy

Altro da Esclusive