Resta in contatto

Approfondimenti

Sognare, ma con i piedi per terra. Le prossime cinque gare ci diranno dove si potrà arrivare

L’Atalanta ora affronterà quattro dirette concorrenti per la lotta a un posto in Europa e la Fiorentina nella semifinale d’andata di Coppa Italia

Milan, Torino, Fiorentina, ancora Fiorentina, Sampdoria. Questi sono i prossimi cinque impegni dell’Atalanta, quattro in Serie A e uno in Coppa Italia, due in casa (Milan e Fiorentina in campionato) e tre in trasferta (Torino e Sampdoria in Serie A, a Firenze in Coppa Italia). Una Dea che vuole continuare a sognare in grande e che al termine di questo mini ciclo di gare, che si chiuderà il 10 marzo, avrà certamente le idee più chiare su cosa fare da grande.

DEA AL TOP. Nel frattempo godiamoci il successo arrivato ieri perché, benché siano arrivati con il minimo margine, i tre punti conquistati ieri hanno lanciato messaggi importanti. In primis hanno fatto emergere ancora una volta il carattere di questa squadra che, una volta in svantaggio, non molla ma trova le energie per ribaltare la partita. In seconda istanza si è rivisto un grande Ilicic, quello che ci piace e e che è nuovamente tornato a essere decisivo dopo il piccolo infortunio accusato contro la Juventus. Senza dimenticare Zapata (21 gol stagionali, e chi l’avrebbe detto?) e Gomez, sempre importanti nell’economia del gioco di Gasperini.

L’UNICO NEO. Resta però da chiarire come sia possibile che ancora una volta, dopo pochi minuti di gioco, l’Atalanta passi in svantaggio per i propri demeriti. Prima un passaggio orizzontale di Toloi che manda Petagna a tu per tu con Berisha, poi le disattenzioni che portano allo 0-1. Purtroppo questa è una storia che si ripete (Napoli, Juventus, Roma per fare qualche esempio) e la maggior parte delle volte succede a Bergamo. Troppa pressione? Difficile dirlo, ma Gasperini ne è al corrente e ovviamente al lavoro per risolvere questo difetto.

LA CLASSIFICA. Osservando attentamente la classifica, notiamo che non c’è nulla di nuovo da dire. La Dea fa sempre parte del gruppone del quinto posto, a una sola lunghezza di distacco dalla zona Champions League. Ma prima di tuffarci in avventate previsioni, attendiamo la conclusione delle prossime quattro gare di campionato che saranno quelle che, con molta probabilità, ci diranno per quale obiettivo si dovrà lottare.

1 Commento

1 Commento

  1. Commento da Facebook

    febbraio 12, 2019 a 07:08

    Forza Atalanta!
    🖤💙🖤💙🖤💙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti