Resta in contatto

Mozzanica calcio femminile

Impresa AtalantaMozzanica: in dieci per 75 minuti ferma la Juve sullo 0-0

atalantamozzanica diede lemey

Nonostante la lunga inferiorità numerica, il fortino nerazzurro regge grazie alle strepitose parate di Lemey

Punto d’oro per l’AtalantaMozzanica che, nonostante un’inferiorità numerica durata 75 minuti, strappa un preziosissimo 0-0 contro la Juventus. Nella sfida andata in scena a Caravaggio di fronte a oltre mille spettatori, la grande protagonista di giornata è stata Diede Lemey: l’estremo difensore belga ha salvato più volte il risultato con autentici miracoli. Ma un plauso va a tutta la squadra capace di stringere i denti e sacrificarsi per tutti i novanta minuti.

RIGORE E ESPULSIONE. Dopo un primo quarto d’ora equilibrato, Aluko semina un paio di nerazzurre, trova una prima risposta di Lemey, ma l’ex Chelsea recupera la sfera, dribbla il portiere e tira a botta sicura ma trova il salvataggio di Scarpellini con un braccio: rigore ed espulsione. Dagli undici metri va Cernoia che spara a lato. Dentro Piacezzi per Anghileri al fine di dare maggiore copertura, ma la Juve preme e inizia il Lemey show.

LEMEY SHOW. La grande protagonista odierna è la numero uno nerazzurro. Al 23′ interviene miracolosamente su un colpo di testa di Girelli, che sfiora il vantaggio anche al 41′ e al 42′ ma trova la doppia opposizione sempre dell’estremo difensore belga che nega all’azzurra la gioia del gol. Nella ripresa la musica non cambia e dopo il volo di Lemey su Glionna, la belga si esibisce alzando sopra la traversa con un colpo di reni l’ennesima giocata aerea di Girelli. Nel finale forcing bianconero, ma il fortino atalantino regge. 

AtalantaMozzanica-Juventus 0-0
AtalantaMozzanica (4-3-3): Lemey; Lazzari, Scarpellini, Rizzon, Jordan; Colombo (39’st Pellegrinelli), Stracchi, Re; Kelly, Martinovic (27’st Caccamo), Anghileri (22’pt Piacezzi). A disposizione: Salvi, Zanoli, Fusar Poli, Ghisi. Allenatore: Ardito.
Juventus (4-3-3): Bacic; Hyyrynen, Gama, Salvai, Sikora (29’st Bragonzi); Cernoia, Pedersen, Caruso; Girelli; Aluko, Glionna. A disposizione: Nick, Franco, Russo, Cantore, Ekroth, Panzeri. Allenatore: Guarino.
Arbitro: Tommaso Zamagni di Cesena (assistenti Spagnolo di Reggio Emilia e Panzardi di Bologna)
Note: 1200 spettatori. Al 16’ espulsa Scarpellini (A) per per fallo di mano sulla linea di porta. Al 17’ Cernoia (J) calcia a lato un calcio di rigore. Ammonite Rizzon (A) e Aluko (J) per gioco scorretto. Recupero 2’+5’

2 Commenti

2 Comments

  1. Commento da Facebook

    febbraio 9, 2019 a 21:48

    Grazie 🙏🏻

  2. Commento da Facebook

    febbraio 9, 2019 a 20:05

    Bravissime!!! Grandi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Mozzanica calcio femminile