Resta in contatto

News

L’Atalanta e il futuro in prestito: il poker d’assi

Tra i 52 parcheggiati nerazzurri spiccano quattro baby in serie B: Radunovic, Capone, Melegoni e Vido. Tra sfortuna e voglia di rilanciarsi

Il portiere, la punta di fantasia, il centrocampista a due fasi e l’altro attaccante, l’unico prodotto non di casa. Tra i 52 prestiti (record) in giro, l’Atalanta nel futuro può calare il poker d’assi: Boris Radunovic, Christian Capone, Filippo Melegoni e Luca Vido. La Gazzetta dello Sport, per loro, vede all’orizzonte prospettive concrete di un rientro a Zingonia entro breve.

OLTRE IL DUALISMO. Tra i litiganti Berisha e Gollini potrebbe godere il terzo incomodo, il serbo (’96) nazionale Under 21 ex Rad Belgrado. Che alla Cremonese ha giocato 9 delle prime 10 più 120′ in Coppa Italia prima di rompersi il crociato destro a novembre: rientro previsto a maggio, poi forse gli Europei di categoria (Italia-San Marino, 16-30 giugno). L’esordio in A il 15 maggio 2016 in casa del Genoa del Gasp (2-1), quindi due anni ad Avellino e Salerno.

IL NEMICO PUBBLICO DELLE DIFESE. Esterno da tridente, il ’99 di Abbiategrasso è nerazzurro dall’età di 11 anni e ai tempi degli Allievi era stato vicino al Liverpool. Operato il 9 ottobre per la rottura del quinto metatarso del piede sinistro, a Pescara (seconda annata) è fermo a 103 minuti. Di nuovo dentro il 20 gennaio coi grigiorossi orfani del compagno. L’esordio tra i big, proprio contro la sua attuale squadra nel 3-0 in Coppa Italia del 30 novembre 2016.

L’ALTRO DELFINO. Nell’acquario del Delfino anche il coetaneo azzanese Melegoni, play diventato mezzala, a Zingonia per 11 anni (en plein con l’Under 17 di Massimo Brambilla), frenato da problemi fisici minori. Fin qui, 1 rete (al Perugia, il 2 dicembre) e 1 rigore procurato (contro il Livorno) in 349’. Tra i pro è sbucato il 22 gennaio ’17 contro la Samp (1-0).

UN MILANISTA IN GRIFONE. Il bassanese del ’97 ex Milan e Cittadella, ruolo incerto, a Perugia s’è scoperto bomber. 7 centri più 1 in Coppa Italia in 19 match, in cui ha smazzato 3 assist. Un giramondo fin dal vivaio: Treviso, Padova e il Diavolo. Dopo i 4 spezzoni del 2017, il più pronto al ritorno alla base è lui.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News