Resta in contatto

Esclusive

ESCLUSIVA – Alessandro Diamanti: “L’Atalanta può bissare il traguardo europeo”

La sua permanenza all’Atalanta durò solo qualche mese, da gennaio a giugno 2016, ma Alessandro Diamanti, arrivato in prestito dal Guangzhou Evergrande, trovò lo spazio per collezionare 16 presenze e una rete, siglata al Bologna il 20 marzo. Oggi Alino è svincolato, ma si sta regolarmente allenando ed è pronto per tornare in pista. “Penso sempre a stare con la mia famiglia, ma da cinque mesi sto alternando allenamenti da solo o con qualche squadra perché voglio giocare a calcio – spiega l’ex fantasista azzurro –. Ho ancora fame come quando ero ragazzino e aspetto l’occasione giusta. C’è in ballo qualche situazione, ma adesso è tutto in stand-by”.

Diamanti, come giudica questa Atalanta?

“L’Atalanta è una squadra che seguo molto volentieri. L’ho vista molto bene, è una squadra forte, organizzata e affiatata. I componenti corrono l’uno per l’altro e questo fattore rappresenta molto bene l’Atalanta. Credo e vedo che i tifosi sono molto felici e si sentono rappresentati dai giocatori”.

Come si vedrebbe Diamanti in questa Atalanta?

“Gioca Ilicic, quindi bene. Mi vedrei in diversi ruoli. In carriera ne ho fatti diversi e Gasperini è uno di quegli allenatori che fa ruotare i propri giocatori. Vuole un gioco a uomo, corsa, cattiveria. Sarebbe stata una bella squadra”.

Da qualche giorno il calciomercato è aperto. Secondo lei all’Atalanta serve qualche ritocco per fare un ulteriore salto di qualità?

“L’Atalanta è forse una delle più brave società in Italia a fare mercato. Penso che non abbia bisogno di intervenire perché come ho detto prima Gasperini gira i giocatori, ha giovani di qualità e tanti uomini validi. L’Atalanta compra giocatori utili e per come sta andando ora non vedo questa imminente necessità”.

Ce la farà a bissare il traguardo europeo?

“Ha buonissime probabilità. Sicuramente insieme alla Sampdoria è la squadra più attrezzata. Bisogna vedere cosa accadrà quando sarà impegnata in tutte e tre le competizioni e dovrà giocare ogni tre giorni. Ma penso che nerazzurri e blucerchiati possano riuscire a mantenere queste posizioni”.

All’inizio ci ha detto che si sente pronto per tornare in campo. Non ci vuole proprio dire dove andrà?

“No. Ripeto, ci sono diverse possibilità, ma ad oggi è ancora tutto fermo”.

Lascia un commento

Lascia una recensione

Commenta per primo!

Notificami
avatar
500
wpDiscuz
Advertisement

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a BERGAMO su Sì!Happy
Advertisement

Altro da Esclusive