Resta in contatto

News

Vincere soffrendo serve, eccome se serve

Dopo trent’anni in cui l’Atalanta ha ottenuto risultati altalenanti, è normale che i tifosi si abituano alle zone nobili della classifica ottenute dalla truppa del Gasp ma bisogna tenere i piedi per terra e i risultati come quello ottenuto contro il Bologna sono molto importanti.

In un campionato in cui è sempre più difficile giocare un buon calcio a causa dell’organizzazione degli avversari, la rosa del tecnico di Grugliasco offre un grande spettacolo ma è impensabile vincere sempre con risultati larghi e per questo bisogna iniziare ad apprezzare anche le vittorie come quella di ieri.

Ormai l’Atalanta di Gasperini viene considerata una grande squadra, gli allenatori studiano le contromosse da adottare per subire il meno possibile e per questo bisogna farci l’abitudine ad assistere a sfide in cui le avversarie si chiudono a riccio, soprattutto a Bergamo.

Ieri la squadra ha dimostrato una maturità impressionante aspettando il momento giusto per punire Mirante ed è riuscita a mantenere la propria porta inviolata, un segno di crescita importante per un gruppo che è ripartito con orgoglio dopo la sconfitta di Genova.

2 Commenti

2 Comments

  1. Commento da Facebook

    ottobre 24, 2017 a 09:20

    bravi ragazzi, grande Gasp

  2. Commento da Facebook

    ottobre 23, 2017 a 11:33

    Vincere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Mozzanica calcio femminile

Cala il sipario sull’Atalanta Mozzanica

Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News